Normativa

Ecobonus 2017: condomini e sismabonus

Ecobonus 2017: Sismabonus e Bonus Condomini

La manovra finanziaria prevede nuove incentivazioni per l’Ecobonus, con tre miliardi in tre anni dedicati alle ristrutturazioni di edifici privati e pubblici, inclusi anche i condomini, di alberghi e anche di scuole.

Le detrazioni del 50 e 65% previste negli scorsi anni per la riqualificazione energetica degli edifici sono state prorogate fino al 31 dicembre 2017. Oltre ad aver rinnovo delle detrazioni se ne sono aggiunte di nuove, come il Sismabonus e i nuovi vantaggi previsti per le Ristrutturazioni Condominiali.

Ecobonus: confermato per i prossimi anni

Le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici continueranno ad essere detraibili a partire dal 50 fino al 65% per tutto il 2017, invece per gli interventi sulle parti comuni dei condomini la proroga sarà fino al 2021.  Rimangono validi nell’Ecobonus 2017 tutte le tipologie di spesa precedenti, che includono anche bonus su mobili ed elettrodomestici ad alta prestazione energetica.

Ecobonus 2017: Detrazioni maggiori per i Condomini

Oltre alla proroga fino al 2021, i condomini e gli alberghi posso godere di un bonus ancora più conveniente, qualora gli interventi di riqualificazione riguardino tutto l’edificio. Infatti, se gli interventi incidono su più del 25% della superficie dispendente lorda di tutto lo stabile, le detrazioni saliranno fino al 70%.  Qualora lo scopo dei lavori sia il miglioramento della prestazione energetica dell’edificio, in inverno ed estate, le detrazioni fiscali saranno del 75%.

Ecobonus 2017: il Sismabonus

È stato inclusa un’altra novità per il 2017: il Sismabonus. Per aiutare i cittadini ad adeguare i propri immobili in zona ad alta pericolosità sismica è stata introdotta nella manovra una detrazione tra il 50 e l’80%.

La diversità della percentuale dipende da quanto gli interventi previsti andranno ad incidere sulla classe di rischio dell’edificio. Queste agevolazioni sono previste dalla nuova legge di stabilità fino al 2021, quando potranno essere nuovamente prorogate.

Ricordiamo anche che lo sgravio fiscale sia per le agevolazioni sia per il sismabonus può essere ceduto alle ditte responsabili dei lavori oppure, novità del 2017, a soggetti terzi.

Potrebbe interessarti anche