Normativa

Conto Termico 2.0: Come Funziona

Conto Termico 2.0: Come Funziona

Sono arrivate le nuove regole previste dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE) per il conto termico 2.0 che definiscono gli interventi di piccole dimensioni di efficienza energetica e di produzione di energia teorica da fonti rinnovabili.

Conto Termico: Le Cifre

Il conto termico e tutti gli incentivi previsti fino al 65% sono stati rivisti nel maggio 2016 (vedi Conto Termico 2.0).  Le cifre sono molto importanti: 900 milioni di euro annui, di cui 200 esclusivamente per la Pubblica Amministrazione.

Conto Termico: Chi può Partecipare?

I soggetti privati che possono partecipare sono persone fisiche, condomini, soggetti titolari di reddito di impresa o reddito agrario.

Conto Termico: Chi è il Soggetto Responsabile?

Il soggetto responsabile è colui che:

1. Ha sostenuto le spese di esecuzione degli interventi

2. Presenta istanza di riconoscimento degli incentivi al GSE risultandone il responsabile

3. Stipula il contratto con il GSE

4. Deve conservare per i successivi cinque anni dall’erogazione dell’ultimo importo tutti i documenti originali indicati dal D.M. 16.02.2016 e dalla Regole Applicative.

5. In quanto responsabile dell’intervento realizzato, è responsabile anche della sua manutenzione.

Conto Termico: Come Richiedere le Agevolazioni Economiche?

Entro i 60 giorni dalla data di conclusione dell’intervento, che non deve superare i 90 giorni dalla data di effettuazione dell’ultimo pagamento, il soggetto responsabile deve presentare la sua richiesta per gli incentivi attraverso il Portaltermico. Se sono stati svolti diversi interventi, la data di conclusione corrisponde a quella dell’ultimo lavoro realizzato.

Il procedimento ha 4 fasi:

1. Il Soggetto Responsabile (SR) carica sul Portaltecnico la documentazione e i dati dell’intervento, anagrafici e tecnici. Oltre alla documentazione specifica per ogni tipologia di intervento, bisogna allegare anche fatture e ulteriore documentazione per dimostrare i pagamenti effettuati. Caricata la documentazione necessaria il SR verifica il riepilogo dei dati dell’impianto e degli interventi svolti e se corretti ne conferma il contenuto.

2. Il SR conferma i dati inseriti, ottiene così il modulo “Richiesta di concessione degli incentivi”. Il SR può stampare la domanda, sottoscriverla e caricarla sul Portale insieme al proprio documento d’identità.

3. Il GSE invia la lettera di ammissione agli incentivi, e il SR accetta la scheda contratto.

4. Dopo l’accettazione informativa della scheda contratto il GSE eroga gli incentivi tramite bonifico bancario. Gli importi sono erogati al netto del corrispettivo dei costi sostenuti. La prima rata è erogata entro l’ultimo giorno del mese successivo al bimestre in cui ricade la data di accettazione della scheda contratto.

Potrebbe interessarti anche