Eventi e Curiosità

Fracking: Cos’è e Come Funziona

Fracking

La fratturazione idraulica, detta anche fracking, è una modalità di estrazione di gas naturale e petrolio dalle rocce di scisto. Il fracking nasce negli Stati Uniti dove fu perfezionato dai petrolieri americani.

Come funziona il Fracking?

Il fracking sfrutta la pressione dei liquidi per provocare delle fatture negli strati più profondi del terreno in modo tale da aiutare la fuoriuscita di gas e petrolio presenti nelle rocce. È l’uomo stesso che crea le fessure nella roccia nelle quali sono immessi grandi quantitativi di acqua sotto pressione, le fessure sono poi mantenute aperte attraverso l’utilizzo di ghiaia e sabbia.

Le fasi del Fracking

Il fracking è suddiviso in 3 fasi, che ripercorrono la consueta filiera di estrazione del gas naturale:

1. Trivellazione. Il terreno viene perforato fino al raggiungimento delle rocce che contengono i giacimenti di gas naturale. La perforazione raggiunge una profondità di circa 3.000 metri e crea un canale che è rivestito dal cemento, all’interno del quale vengono utilizzate delle cariche esplosive. Queste ultime creano dei fori, che permettono il passaggio dei liquidi nel terreno.

2. Pompaggio. Terminata la fase di trivellazione, all’interno del terreno sono pompati liquidi sotto pressione, fino a 16.000 al minuto, ai quali sono aggiunti agenti chimici e sabbia.

3. Raccolta. I liquidi spaccano la roccia e liberano i gas, che risalendo il tubo raggiungono la superficie dove sono raccolti e immagazzinati nei gasdotti.

Il problema del Fracking

Le perplessità maggiori in merito a questa tecnica sono senza dubbio ambientali.

Da un lato è un processo che richiede una quantità altissima di acqua in un momento storico in cui di acqua ce n’è poca, anche negli Stati Uniti. Poi sono utilizzate sostanze chimiche dannose per la salute umana e che potrebbero contaminare le falde acquifere circostanti, perché il 20% del liquido iniettato nelle rocce non risale in superficie, ma rimane, con tutte le sue sostanze, nel sottosuolo.  L’ultima, e forse più importate ragione, sono i terremoti. Il fracking è ritenuto responsabile di scosse, come quella del 2011 in Oklahoma, dove è avvenuto un terremoto di magnitudo 5.7, che secondo gli scienziati è stato causato da questa attività.

Potrebbe interessarti anche