Eventi e Curiosità

Brexit e il futuro energetico europeo

Brexit Conseguenze Energia

È ufficiale: l’Inghilterra uscirà dall’Europa. E adesso cosa succederà nel mercato dell’energia?

Il mercato inglese dell’energia

Per stabilire gli scenari che si presentano all’indomani del voto inglese, bisogna capire come funziona il mercato energetico della Gran Bretagna. Si tratta di un mercato vario e complesso, da un lato ci sono le fonti non rinnovabili importate prevalentemente dall’estero, dall’altro le energie green ed il dubbio, sempre più forte, di cosa succederà quando gli investimenti non saranno guidati da politiche comuni.

Il gas è importato attraverso i gasdotti norvegesi ed in minor quantitativi dal Qatar, gli approvvigionamenti sono quindi più stabili e sicuri, mentre il mercato elettrico rimane la grande incognita inglese: l’ostacolo fisico rappresenta una grossa difficoltà, con il rischio che l’Inghilterra diventi una energy-island, un’isola dai pochi e limitati scambi con l’esterno.

Brexit: Conseguenze a Breve Termine per l’Energia

Appena l’Inghilterra chiederà formalmente di uscire dall’Unione Europea, si apriranno le fasi di negoziato, che dureranno fino a 2 anni.  In questo periodo rimarranno ancora in vigore tutte le norme europee, anche se è previsto fin da subito un rallentamento di investimenti in materia di rinnovabili sia da parte di privati, sia da parte degli investitori europei e mondiali.  Non solo, anche i consumatori saranno meno tutelati dal momento che non sarà più valida la carta europea dei consumatori di energia.

Brexit: Conseguenze a Lungo Termine per l’Energia

È difficile prevedere tutti gli effetti a lungo termine della decisione inglese di lasciare l’Europa, anche perché questi si allargheranno dalle politiche energetiche verso tutte le politiche ambientali, e potrebbero portare ad una vera e propria inversione di rotta. Londra non dovrà più raggiungere gli obiettivi ambientali europei del 2020, e nemmeno essere vincolata alle direttive che tutelano la biodiversità o che limitano l’inquinamento. Anzi, potrà aprire al fracking, la tecnica di estrazione petrolifera altamente pericolosa, che consente l’estrazione dello shale gas.  Anche nel mondo dell’energia le incognite sono tante, le risposte, per ora, nessuna.

 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche