Energie rinnovabili

La nuova Frontiera del Fotovoltaico: la Perovskite

Perovskite Fotovoltaico

La perovskite è il minerale base delle ultime e più importanti scoperte che potrebbero rivoluzionare il mondo del fotovoltaico.

I pannelli solari di nuova generazione sono studiati nei più importanti laboratori universitari del mondo, come quello della prestigiosa Università di Berkeley. Gli scienziati del Dipartimento di Energia hanno scoperto come incrementare l’efficienza delle celle solari di perovskite.

 Cos’è la Perovskite?

La perovskite è un minerale che deve il suo nome a Lev Perovskij, il grande collezionista di minerali ministro della corte russa nell’Ottocento. Questo minerale è caratterizzato da una struttura cristallina dotata di una grande varietà di proprietà fisiche, oltre ad avere un altro vantaggio fondamentale per gli scienziati: il bassissimo costo di fabbricazione e la facilità con cui si può ottenere.

Perché la Perovskite?

A partire dal 2009 gli scienziati hanno cominciato a sperimentare con questo minerale e negli anni si sono accorti della facilità con cui erano in grado di aumentare la sua efficienza. Infatti, le celle solari di perovskite convertono fotoni in elettricità molto più velocemente di qualsiasi altro materiale noto all’uomo. Gli scienziati in soli sette anni hanno visto aumentare l’efficienza della perovskite dal 3% al 22%.

La scoperta del team di Berkeley: Perovskite e Fotovoltaico

Pochi giorni fa sul giornale scientifico Nature Energy, gli scienziati del laboratorio californiano hanno affermato di poter aumentare l’efficienza delle cellule di perovskite dal 22% fino al 31%. Il team ha usato un apposito microscopio per mappare le proprietà dello strato attivo della cella a energia solare, trovando una superficie granulosa composta da molte sfaccettature, come se fosse una gemma. Alcune di queste sfaccettature hanno caratteristiche tra loro molto diverse, e in alcuni casi riescono ad arrivare al 31% di capacità di conversione in energia dei raggi solari. Questa scoperta potrebbe portare a celle solari altamente efficienti, che aprono nuove frontiere e possibilità di ricerca per migliorare l’intero mercato fotovoltaico.

Al momento si tratta di una scoperta di laboratorio allo stadio iniziale per quanto riguarda verifiche e studi, ma gli scienziati sono ottimisti per quanto riguarda l’applicazione e la lavorazione di perovskite in termini di prodotto finito capace di posizionarsi sul mercato.

Potrebbe interessarti anche