Energie rinnovabili

Grid Parity e Fotovoltaico

Grid Parity Fotovoltaico

La Grid Parity è il momento in cui l’energia prodotta da fonti rinnovabili ha lo stesso prezzo dell’energia prodotta tramite fonti tradizionali.

Secondo gli studiosi, nel giro di pochi anni nell’80% dei mercati i kWh provenienti da fotovoltaico saranno più convenienti di quelli provenienti da fonti di energia tradizionale. Le prime a raggiungere la grid parity sono state aree con abbondante insolazione, come le Hawaii, a cui si è aggiunta anche l’Italia nel 2013 (a tal proposito, segnaliamo che nell’articolo Fotovoltaico Italia 2016 tracciamo il quadro dell’utilizzo di energia rinnovabile nel nostro Paese).

Grid Parity vs Market Parity

Se l’elettricità autoprodotta con il fotovoltaico ha già raggiunto lo stesso prezzo rispetto a quella in bolletta, più difficile è la market parity, che indica il punto in cui il fotovoltaico vende energia sulla Borsa Elettrica a prezzo inferiore rispetto a quella prodotta da fonti tradizionali.

Grid Parity: il cammino verso costi sempre minori

I costi si stanno livellando sempre più: se nel 2010 il rapporto di convenienza economica era 7 a 1 a favore del carbone, oggi invece il rapporto è sceso drasticamente e si prepara a raggiungere 1:1.

A diminuire ulteriormente i costi ci pensano impianti fotovoltaici abbinati ad un sistema di accumulo elettrochimico. Questo tipo di sistema potrebbe costare un terzo in meno di quanto pagato al contatore già nel 2020.

Grid Parity: i sistemi di accumulo

In Australia questo sta già avvenendo: il 2017 sarà l’anno in cui i  kWh da rete tradizionale costeranno di più di quelli proveniente da fotovoltaico con batterie. Nel futuro l’energia autoprodotta e immagazzinata sarà sempre maggiore, per il momento invece l’approvvigionamento dalla rete garantisce ancora una maggiore sicurezza e stabilità della fornitura, in grado di fronteggiare periodi di nuvolo o ore notturne, che lo storage odierno non riesce ancora a coprire.

In Australia si stima che verrà resa autosufficiente un’utenza, per il momento domestica, fino al 95% dei suoi bisogni, rispetto al 40% di oggi. Il fotovoltaico con storage si prepara a rivoluzionare tutto il mercato a favore dell’ambiente e dei consumatori.

Potrebbe interessarti anche