Come Fare

Ridurre le bollette: la strategia

Ridurre le Bollette

Ridurre le bollette e risparmiare oltre 1.200 euro l’anno: ecco come!

Rendere più efficiente il patrimonio abitativo esistente e ridurre, contemporaneamente, il consumo di energia. Sono le principali sfide ambientali, nei confronti delle quali il nostro Paese è chiamato a dare una risposta concreta. Un tema che acquista un valore maggiore se si considera che, mediamente, una famiglia italiana spende dai 1.500 ai 2.000 euro all’anno per la bolletta energetica e che le emissioni inquinanti prodotte dai sistemi di riscaldamento incidono a livello globale. In questo contesto un valido contributo all’efficientamento energetico lo ha dato Legambiente, che nei mesi scorsi ha promosso l’iniziativa “Quanto consuma la mia casa?”, insieme al Comune di Firenze e all’istituto che gestisce il patrimonio di edilizia residenziale pubblica nel capoluogo toscano e in provincia (Casa Spa)

Soluzioni pratiche per ridurre le bollette

Nello specifico i tre enti hanno offerto a un significativo campione di alloggi sia ERP (edifici di edilizia residenziale pubblica) sia privati, un audit energetico per capire le problematiche relative al tema dell’isolamento termico e dell’efficienza degli impianti energetici ed elettrici. Trovando, per ciascuna unità abitativa, soluzioni pratiche per migliorare la qualità della vita e ridurre le bollette. Dai dati resi noti è emerso che i difetti di isolamento termico degli edifici e la poca attenzione verso l’uso di elettrodomestici o di uno stile di vita responsabile, costano alla famiglia media fiorentina circa 1.200 euro l’anno. Cifra che può essere risparmiata attraverso adeguate analisi dei consumi elettrici e termici, e interventi relativi all’isolamento termico degli edifici (per ulteriori approfondimenti, leggi i nostri 10 Consigli contenuti nell’articolo: Come Risparmiare sulla Bolletta?).

Di quanto si possono ridurre le bollette?

Cosa si può fare di concreto? In primo luogo, per quanto riguarda l’elettricità, si possono ridurre le bollette prestando una maggiore attenzione, da parte delle famiglie, agli stili di vita (utilizzo degli elettrodomestici e dell’illuminazione, ecc.) e sostituendo elettrodomestici e sistemi di illuminazione con modelli più efficienti. Il risparmio possibile, dall’analisi effettuata dall’Autorità per l’Energia, può arrivare in media fino al 25% di una spesa annua media calcolata in Italia di 512,00 euro. L’investimento medio per raggiungere questi risultati è di circa 1200 euro, con un tempo di rientro di 7-11 anni, a seconda della possibilità o meno di accedere agli incentivi. Per quanto riguarda la parte termica, ridurre le bollette è possibile anche qui prestando un’attenzione maggiore agli stili di vita (regolazione dei termostati, valvole termostatiche, uso ottimale degli impianti, utilizzo di tendaggi e tapparelle nei periodi estivi e invernali, areazione dei locali, ecc.) ma soprattutto, in funzione delle caratteristiche dell’abitazione, da interventi di ristrutturazione edilizia, che intervengano nei confronti dell’isolamento delle pareti perimetrali e dei serramenti, e da interventi che riguardino l’efficienza degli impianti di riscaldamento e di produzione di acqua calda sanitaria. Il risparmio possibile, dall’analisi effettuata, può arrivare al 50-80% (con significative differenze in funzione delle situazioni) rispetto a una spesa media di circa 1000-1500 euro (anche qui con situazioni differenti per tipologia e localizzazione).

Potrebbe interessarti anche