Come Fare

Cosa danno in TV? Il risparmio energetico

Tv a risparmio energetico

La scelta del televisore che taglia la bolletta

Per tagliare la bolletta dell’energia elettrica non serve solo sostituire le vecchie lampadine ad incandescenza, oppure acquistare gli elettrodomestici più efficienti, o ancora spegnere i led nelle ore notturne, o installare pannelli fotovoltaici o … ci hai mai pensato che anche il televisore contribuisce al risparmio energetico?

Grazie alla guida elaborata da Green Planner, scopriamo che anche la scelta del modello di TV può essere pensata seguendo un principio di risparmio energetico.

Scegliere, si diceva: anche nel settore home entertainment, oltre che in quello di frigoriferi e lavatrici, il progresso tecnologico migliora di anno in anno le prestazioni energetiche dei televisori.
Innanzitutto scegliamo un modello di classe energetica A+ o superiore, in modo da garantirci i minori consumi possibili, con schermo a LED che può farci risparmiare il 25% circa di energia rispetto ad un modello al plasma.

Anche i pollici dello schermo influenzano i consumi: più grande sarà lo schermo, più energia consumerà.

Una volta acquistato il televisore dei nostri sogni, è necessario monitorare attentamente i consumi: in ogni famiglia, un televisore rimane acceso in media 5 ore al giorno, con un consumo di energia stimato di 180 kWh all’anno.
Allora, se non vogliamo rinunciare al nostro programma preferito per tagliare i consumi, possiamo sempre abbassare le luci della stanza e poi spegnere la TV se non la stiamo realmente seguendo e neppure lasciarla in stand-by. Pensate che quella piccola lucina rossa aumenta  i costi di un 10% sulla bolletta dell’energia elettrica: moltiplica tutte le lucine rosse che rimangono sempre accese e il conto sul risparmio è presto fatto.

Prima di acquistare il tuo nuovo televisore, pensa alla bolletta!

Potrebbe interessarti anche